La pecora Brogna
diventa biologica

Il benessere animale e le sue esigenze ecologiche ed etologiche sono al centro dei principi della zootecnia biologica.

Per questo, ogni animale viene allevato in strutture dotate di spazi adeguati all’interno dei quali muoversi liberamente. Grande attenzione viene riservata all’alimentazione, che non è mai forzata, ma a base di alimenti biologici (rigorosamente non ogm e ottenuti senza l’uso di fertilizzanti e diserbanti di sintesi) prodotti dall’azienda stessa. Inoltre, viene rispettato il principio che prevede uno stretto legame con la terra e con il territorio nel quale gli animali vengono allevati, così che il rapporto tra il loro numero e la superficie occupata sia tale da evitare l’inquinamento di suolo e acque. 

La pecora brogna, per le sue caratteristiche, si presta particolarmente all’allevamento biologico. L’animale, infatti, basa la sua alimentazione sul fieno nella stagione invernale, e sul pascolo in estate, mentre i piccoli vengono allattati dalla madre. Questo la rende preziosa per il controllo della vegetazione boschiva e uno strumento naturale ed ecologico per il mantenimento della pulizia dei prati e dei declivi. Inoltre, essendo di corporatura forte e robusta, è piuttosto resistente alle malattie e non richiede, dunque, interventi sanitari frequenti e particolarmente invasivi, ben adattandosi al disciplinare della zootecnia biologica. 

Approfondimenti